In Breve

24enne, lavoro come Digital Learning Specialist e Junior Instructional Designer all'Università Bocconi e studio Knowledge Management all'Università di Pisa

Mi trovi su

Nuove tecnologie applicate alla didattica del latino

Una serie di incontri rivolti agli studenti di una classe prima del Liceo Linguistico “Giosuè  Carducci” di Viareggio, finalizzati a reinventare la didattica del latino grazie all’ausilio della gamification – spesso in BYOD -, del cooperative learning e della peer assessment. Dalla scoperta dell’augmented reality alla possibilità di esercitarsi in blended learning, dallo studio delle declinazioni in modalità flipped classroom ai modellini del Colosseo stampati in 3D, l’intento è stato quello di sviluppare nuovi processi cognitivi e nuove competenze capaci di coniugare cultura umanistica e cultura tecnologica.

Info
Autore: Alessandro Iannella
In: Atti del Convegno EM&MITALIA 2016. McGraw-Hill Education, Milano (in pubblicazione)
U

na serie di incontri rivolti agli studenti di una classe prima del Liceo Linguistico “Giosuè  Carducci” di Viareggio, finalizzati a reinventare la didattica del latino grazie all’ausilio della gamification – spesso in BYOD -, del cooperative learning e della peer assessment.

Dalla scoperta dell’augmented reality alla possibilità di esercitarsi in blended learning, dallo studio delle declinazioni in modalità flipped classroom ai modellini del Colosseo stampati in 3D, l’intento è stato quello di sviluppare nuovi processi cognitivi e nuove competenze capaci di coniugare cultura umanistica e cultura tecnologica.

Nell’ottica di un sapere “multicanale e orizzontale”, questa sperimentazione ha consentito una progressiva riflessione sul metodo e un costante aggiustamento del percorso, dimostrando che la didattica di materie apparentemente “morte” come il latino può e deve reinventarsi per adeguarsi agli standard sociali e comunicativi del XXI secolo.